Qui trovate la nostra informativa sulla privacy e le condizioni di revoca.

OfferteOfferte
Richiesta
Newsletter

Qui trovate la nostra informativa sulla privacy e le condizioni di revoca.

Prenota
Last Minute Camere lastminute
Novità Giardino Wellness

C'è molto da vedere: mete escursionistiche nei dintorni

Bolzano

Bolzano

Il vicino capoluogo altoatesino merita sempre una visita. Il pittoresco centro storico con i suoi portici e la sua piazza Kornplatz invitano a passeggiare. Qui stile medievale, barocco e neo-classico convivono armonicamente. Nelle splendide case borghesi troverete molti negozi interessanti, cafè e ristoranti. Una visita da non perdere è quella al Museo Archeologico altoatesino, dove accanto ad altri ritrovamenti storici di epoche antiche si può ammirare anche "Ötzi", la mummia dei ghiacciai famosa in tutto il mondo.

Castel Prossel

Il castello costruito nel XII secolo e ristrutturato nella sua forma odierna nel XVI secolo è la costruzione fortificata più significativa del Tirolo dell'epoca di Maximilian realizzata in stile tardo-gotico. La sala delle colonne con un'imponente collezione di armi, la stube delle colonne e la cappella del castello meritano una visita.

MMM Firmiano

MMM Firmiano

Il grande alpinista in Alto Adige ha eretto complessivamente sei Musei Messner Mountain, denominandoli con i nomi dei suoi "15 ottomila". Una parte del suo cuore si trova a Castel Firmiano nei pressi di Bolzano - la montagna "incantata". Un must per tutti i veri amanti della montagna. Qui è anche esposta una foto in ricordo del nostro bisnonno Franz Schroffenegger.

Museo contadino di Castelrotto

Prima sicuramente non tutto andava meglio, anzi molte cose erano più difficili e si dovevano fare tante più rinunce. Ciononostante però le persone erano soddisfatte della loro vita. In questo museo molto vivo su un altipiano al di sopra della Valle dell'Adige scoprirete come era la realtà e come i contadini altoatesini gestivano il bestiame a quei tempi, come organizzavano il raccolto o coltivavano i campi.

Centro visite del parco

Il centro visite del parco all'ingresso della valle Tschamin vi racconterà tutto sul Parco Naturale Sciliar-Catinaccio. Il museo è ospitato in un'ex segheria. L'antica sega veneziana ad acqua può essere vista in azione anche oggi durante le rappresentazioni dimostrative.

Museo parrocchiale di Fiè

La mostra nella cappella di S.Michele presso il cimitero mostra l'arte sacra tardo-gotica delle case del Signore in regione. La pala d'altare della chiesetta di S.Pietro sul colle è un'attrazione anche per i non esperti di arte.

Giardino delle erbe del maso Pflegerhof

Giardino delle erbe del maso Pflegerhof

Lungo un pendio al di sotto di Siusi allo Sciliar, nei pressi di Sant'Osvaldo, sorge il maso Pflegerhof. Il giardino con oltre 200 erbe è uno spettacolo di profumi. Fatevi spiegare dalla padrona di casa quanti aromi ed essenze nasconde. Naturalmente potrete acquistare in abbondanza prodotti naturali a base di erbe, direttamente in loco.

Museo didattico di Tagusa

Un viaggio nostalgico nel passato, al quale anche voi non vi potrete sicuramente sottrarre: nella località isolata di Tagusa molto di quello che altrove è cambiato da tempo, qui è rimasto ancora immutato. Esattamente come l'inventario di questo piccolo museo didattico che tutto è fuorché noioso!

Lago di carezza

Lago di carezza

Questo lago alpino situato a circa 25 km da Bolzano, al di sotto del passo di Carezza nelle Dolomiti occidentali è uno dei laghetti di montagna più belli in assoluto. È situato a 1.520 metri di quota e incanta per il suo colore blu intenso, impenetrabile, in cui si specchia il Gruppo del Latemar.

Madonna di Pietralba

A sud-est di Bolzano, nei pressi di Nova Ponente, sorge il più noto santuario dell'Alto Adige. Nel 1553 in questo luogo è apparsa la Vergine Maria a Leonhard Weißensteiner, per guarirlo da una malattia grave. Oggi qui sorge il Monastero delle Servite. Nella sua chiesa, tra gli altri, si può anche ammirare il ritratto della Beata Vergine Addolorata, che si trovava in una cappella originariamente fondata dallo stesso Weißensteiner.

La gola del Rio delle foglie

Ad Aldino, ai piedi del Corno Bianco, a sud di Bolzano, scorre il Rio delle foglie attraverso una gola, definita come "Grand Canyon dell'Alto Adige". È famosa soprattutto per i resti fossili, ma è allo stesso tempo anche un incanto della natura, che risale all'era glaciale, circa 15.000 anni fa.

Rifugi in quota

Rifugi in quota

Attorno a Tires e ovunque nel Parco Naturale Sciliar-Catinaccio, lungo i sentieri escursionistici, si trovano numerosi rifugi che invitano a concedersi una pausa. Godetevi le specialità altoatesine, accompagnate da una bevanda fresca. Il rifugio Tschafon, la Haniger Schwaige, l'Alpe di Tires o il rifugio Messner Joch sono solo alcuni esempi di numerosi rifugi interessanti nell'area escursionistica.